Il Comune di Ciminà

Il nome Ciminà deriva dal greco Kyminà, posto dove abbonda il cumino, una pianta erbacea della famiglia delle ombrellifere originaria dell’Egitto un tempo molto diffusa nel territorio. Il paese sorge a 313 mt slm su una collina tra la fiumara di Condoianni e la fìumara Gelsi Bianchi con un'altimetria molto varia che va da 80 mt slm fino a circa 1.045 mt slm.

Offerta territoriale del Comune di Ciminà

  • RISTORANTE “IL VULCANO”
    CRT. BARBARO - CIMINA' (RC)
    TEL: 346.4109250
  • AGRITURISMO “A SENA RUNCANTINI”
    C/DA SENA, SNC, 89040 CIMINA (RC)
    TEL: 349.6463812
  • AGRITURISMO “LA VALLE DEL TRE PIZZI”
    C/DA SANTA MARINA, SNC, 89040 CIMINA (RC)
    TEL: 340.5776781
  • AGRITURISMO “A SENA RUNCANTINI”
    8 STANZE 18 POSTI
    C/DA SENA, SNC, 89040 CIMINA (RC)
    TEL 349 646 3812
  • VILLAGGIO MOLETI
  • TRE PIZZI
  • FIUMARA GELSI BIANCHI
  • MUSEO DELL’OLIO
  • VILLAGGIO MOLETI
  • TRE PIZZI
  • FIUMARA GELSI BIANCHI
  • MUSEO DELL’OLIO

Patrimonio del Comune di Ciminà

TRE PIZZI

ll Monte San Pietro, denominato “Tre Pizzi” per la presenza di tre grandi torrioni rocciosi, è un’imponente mole tra i comuni di Ciminà e Antonimina, che raggiunge i 700 mt, da cui è possibile avere un panorama en plein air. Ai piedi della mole nel XII sorgeva un convento di eremiti.

FIUMARA GELSI BIANCHI

Luogo dall’indiscusso fascino naturalistico che vanta oggi la possibilità di una interessante visita al Museo dell’Olio ricavato in un antichissimo Frantoio ad acqua.

VILLAGGIO MOLETI

Per chi vuole vivere un’esperienza all’insegna della natura è il posto ideale in quanto vanta un laghetto, un centro polifunzionale,un centro ippico e l’unico campeggio natura del Parco Nazionale d’Aspromonte.

Caciocavallo di Ciminà

Il Caciocavallo di Ciminà, prodotto già PAT, DeCo ed oggi anche presidio Slow Food a cui è dedicata una sagra, deriva da una tradizione antica ed unica, strettamente legata al territorio in cui viene prodotto. Da oltre 100 anni i casari, dopo aver cagliato il latte vaccino o misto caprino con caglio naturale, filano la pasta nell’acqua bollente e fanno una tipica forma allungata a doppia testa che mettono a stagionare nel classico sistema "a cavalcioni".

Buccularu

E' il guanciale, un salume, già DeCo, caratterizzato su un lato dalla presenza della cotenna, dal colore rosso vivace all’esterno e bianco rosato all’interno. Dalle note salate e piccanti nella tradizione lo si può gustare come companatico ma anche come ingrediente gastronomico.

Pane di maiorca

E' un pane realizzato con una particolare varietà di grano tenero a chicco bianco denominato maiorca, lievitato con lievito madre e cotto in forno rigorosamente a legna , che un tempo veniva preparato nel periodo della lavorazione del maiale e delle olive, ottimo per assaporare l’olio nuovo

Come arrivare a Ciminà

Galleria del Comune di Ciminà

Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà
Slowlife
Comune di Ciminà